Fenix Gear Diff

E’ stato uno spartiacque tra “Ma se lo facessimo…..” e “Facciamolo”, tra sogno e realtà.

Una vera pietra miliare per Fenix Racing.

In passato sono stato un “fan” del Gear Diff: facile da assettare, veritiero in termini di aderenza, perfetto in frenata.

Ma è stato in qualche modo dimenticato ai giorni nostri.

Durante un ETS, il mio compagno di squadra Matteo Berlincioni mi ha detto: mi manca “boost” in uscita curva.

Quella richiesta ha dato il via al Fenix Gear Diff.

“Sofferenza ed amore” sono tati gli ingredienti base nello sviluppo, abbiamo avuto parecchi prototipi ed idee, alcune di loro non sono mai state più di un disegno CAD.

A Settembre 2015 abbiamo trovato il coraggio e la volontà di rendere questa idea pubblica, seppur in modo statico.

Protitipo 3D stampato in Nylon del Fenix Gear Diff.

Allo Swiss Master 2016, l’idea più promettente, è stata portata in gara.


Nonostante fosse un modello stampato in Nylon in 3D, ha sopportato l’uso e l’abuso di una due giorni di gara su moquette.

Modello di prova, incredibilmente rumoroso….
Swiss Master 2016

Per gli inizi di Aprile, abbiamo rivelato tutto:

Il Fenix Gear Diff è diventato disponibile al pubblico!

Ta-Dah! Il grande giorno!

Va bene? Beh…. no… a qualcuno non piaceva l’idea che venisse usato agli ETS.

Abbiamo avuto bisogno di fare un meeting tecnico con tutti gli altri costruttori e con il management ETS, per avere l’ “OK”.

ETS #3 – 2016 – Wels Austria . Sarà il Gear Diff “OK” per l’ETS? Lo è già….. ma abbiamo dovuto aspettare fino al round successivo, ETS #4 – Riccione, quando abbiamo ricevuto l’ “OK” dall’ETS.

E’ tutto a posto ora? Sì!

Da quel momento in poi, il Fenix Gear Diff ottiene moltissimi buoni risultati e porta moltissima soddisfazione a Fenix.

Nonostante non fosse un’idea completamente nuova, ma una “semplice” attualizzazione di un vecchio concetto, il mercato si è dimostrato parecchio interessato.

Certamente…. ha aiutato parecchi piloti ad ottenere parecchi buonissimi risultati.

Cosa ne dite, di una Pole Position nella categoria F1 agli US International Indoor Championship, con Andrew Knapp e la sua CRC – Inoltre, quasi metà delle F1 ha scelto il Fenix Gear Diff……
Vincitore dei US National ROAR per la categoria F1: Andrew Knapp – CRC WTF1 e Fenix Gear Diff
“Mi è semblato di vedele un gatto”…. 🙂

Da qualsiasi tracciato sul pianeta abbiamo ricevuto feedback più che positivi.

E quando le cose si fanno serie?

Che ne dite di utilizzare il Fenix Gear Diff con una Pancar 4.5-2S? Nessun problema, il Fenix Gear Diff può sopportare anche questo tipo di abusi…. E la parte migliore qual è? La meccanica è comune a tutte le versioni…. quindi se regge un 4.5/2S, reggerà praticamente tutti i motori che userete.

Joost Kuiper e Patrick Vannieuwenhuyse si prendono cura del Fenix Gear Diff alle sue prime gare

E’ stato un periodo fantastico, e lo è ancora oggi.

Perfino in questa “pazza” stagione 2020, il Fenix Gear Diff sì è rivelato essere il migliore nel suo campo.

Il Fenix Gear Diff è stato usato da Paolo Bottignol per vincere i Nazionali UISP

Nazionali Italiani UISP 2020 – Paolo Bottignol Grand Chelem: Pole, Giro più Veloce e vittoria in tutte e tre le Finali A.

Devo dire un personalissimo “Grazie!” a tutti i piloti che hanno scelto il nostro Fenix Gear Diff.